fbpx

*

Ha un nome intrigante e un potere da non sottovalutare, perché le tecniche di marketing che coinvolgono i nostri sensi sono scientificamente in grado di influenzare la nostra percezione e quindi, indirettamente, anche desideri e comportamenti.
Abbiamo una ghiandola che si chiama amigdala, grazie alla quale il nostro cervello collega un profumo ad un’emozione. L’ippocampo, invece, agisce sulla memoria (merito suo se la vaniglia ci ricorda l’infanzia). E poi c’è il nucleus accumbens, cioè un’area posta nel nostro cervello che plasma il nostro sistema di ricompensa.
Chiudete gli occhi.
Pensate al profumo del basilico, l’olio d’oliva sul pane fresco, il frinire delle cicale e il borbottio del sugo di pomodoro quasi pronto … di cosa avete voglia?
Quante volte ci capita di sentire un profumo che risveglia all’improvviso ricordi sepolti nel tempo?
Quanto è importante la musica nel creare un certo tipo di atmosfera?
Perché ascoltiamo più volentieri un certo tono di voce? Quanto conta nel giudizio che esprimiamo su quello che una persona ci sta raccontando?
Il marketing sensoriale non fa altro che solleticare la nostra fisiologia per attivare meccanismi neurochimici, in cambio di piacevoli sensazioni, frammenti di memoria che si attivano e ricordi di esperienze che hanno plasmato il nostro gusto e la nostra percezione del mondo.
Disegnatori, architetti, psicologi, sociologi, designer di suoni e fragranze, esperti di carte e tessuti, designer della comunicazione e uno stuolo di professionisti dei sensi studiano forme, colori, rumori e odori per rendere le nostre esperienze di brand più coinvolgenti ed appaganti.
Viene da chiedersi quanto siamo condizionabili da questi meccanismi.

Il profumo infuso dalla commessa sulla velina che incarta i capi di biancheria intima appena acquistati è una tecnica per favorire il cross-selling (anche il profumo è in vendita)? O è “persuasione”, un tentativo di dialogare con il nostro intimo e lasciare una traccia profonda nella nostra memoria?
Non è persuasione occulta, è semplicemente la natura umana, siamo fatti così.
E i “brand” fanno il loro mestiere, cioè cercano di entrare in contatto con le persone e stabilire una relazione, per farsi conoscere, ricordare, apprezzare. I brand esprimono carattere e personalità, e tutto concorre, come nelle persone, a comunicare scelte, stili, riferimenti estetici e valoriali nei quali, a nostra volta, amiamo riconoscerci.
È un modo di comunicare, al pari di un catalogo o di un profilo social, e se ben impostato contribuisce anch’esso, con un linguaggio proprio e finalità specifiche, alla costruzione dell’identità e della personalità di marca.
Tra l’altro, è una grande opportunità in questi tempi così “digital”. Mai come prima d’ora, negozi e boutique sono chiamati a ripensare il proprio ruolo e la propria identità. Sensi come tatto e olfatto reclamano attenzione e soddisfazione al pari degli altri e possono diventare un punto di forza più che accessorio nella riprogettazione del “cerimoniale di vendita” e dei servizi al cliente, per una esperienza di acquisto personalizzata e curata in ogni minimo dettaglio.
Nella nostra agenzia usiamo spesso l’essenza di calla, una delle nostre fragranze predilette.
Rilassa e predispone alla concentrazione, con una nota di freschezza che stimola l’energia creativa.
Venite a trovarci per provarla!

#brandbuilding #brandidentity #sensorybranding #neuromarketing #marketingsensoriale

la ricetta "post" post

PACCHERI COL POMODORO

la ricetta "post" post

PACCHERI COL POMODORO

paccheri al pomodoro di Rossa

Pomodoro fresco sbollentato e poi spellato, mentre l’olio sfrigola delicatamente un trito di cipolla e uno spicchio d’aglio rosso, che nel modo più assoluto devono friggere e brunirsi.

Una punta di peperoncino fresco, mentre si diffondono nell’aria le note di voglio-vivere-così-col-sole-in-fronte-e-felice-canto.

Il basilico sta lì accanto, fresco, verdissimo, pronto a incoronare i paccheri di grano duro cotti al dente, che appena tuffati già fanno venire l’acquolina in bocca. Una fetta di pane ci sta, perché di questo sugo non resterà traccia alcuna.

ROSSA SRL

T +39 030 6548322
INFO@MAILDIROSSA.IT

VIA OSCAR ROMERO, 1
25040 CAMIGNONE DI PASSIRANO (BRESCIA)
ITALIA

P.I.03516070988 - REA 540981
PEC ROSSASRL@LEGALMAIL.IT